Le otto R

Serge Latouche, Carta 42/06 La crescita oggi è una vicenda che produce redditi solo a condizione di farne ricadere il peso e il costo sulla natura, sulle generazioni future, sulla salute dei consumatori e sulle condizioni di lavoro dei dipendenti del Nord e ancora di più del Sud. È per questo che una rottura è necessaria. Tutti o quasi concordano, … Continua a leggere

UMBERTO VERONESI E IL NUCLEARE

DI TERENZIO LONGOBARDI Aspo Italia Qualche giorno fa ho inviato per conto di Aspoitalia a “La Repubblica”, un commento sulla recente posizione a favore del nucleare da parte di Umberto Veronesi, che il quotidiano diretto da Ezio Mauro si è guardato bene dal pubblicare. Lo ripropongo qui a un pubblico molto meno vasto ma sicuramente più attento. Gentile Direttore, sulla … Continua a leggere

Il dibattito su “A”

di Simone Borselli   Ecologia sociale, eco-femminismo, municipalismo libertario, anarchismo sociale. La nostra rivista ha ospitato numerosi interventi di, su e contro il pensiero di Murray Bookchin.   Nell’anno accademico 2001-2002, presso la Facoltà di Scienze politiche “Cesare Alfieri” dell’Università degli Studi di Firenze, un giovane studente fiorentino (non anarchico, tra parentesi) si è laureato in Storia dei movimenti e … Continua a leggere

“E’ la crisi di un capitalismo fragile. Rilanciare l’intervento pubblico”

di Roberto Farneti su Liberazione del 29/05/2008 Emiliano Brancaccio, docente di macroeconomia «Bisogna interrompere questo circolo vizioso che pretende di risolvere le contraddizioni di un capitalismo fragile e frammentato, come è quello italiano buttando giù i salari. Il capitale non si riorganizza se ha sempre a disposizione un varco per potere scaricare sui lavoratori i propri problemi». Emiliano Brancaccio, professore … Continua a leggere

Mille balle blu…

FONTE. BEPPE GRILLO di Marco Travaglio   Volete farvi quattro risate? Leggete Francesco Alberoni – sociologo del nulla, scalatore delle discese, esperto dell’ovvio – sul Corriere di oggi. Sulla prima pagina del Corriere, dove una volta scriveva Pasolini; oggi Alberoni. Dice Alberoni: “Sono convinto che l’Italia si riprenderà rapidamente. Prima di quanto tutti credano. E si riprenderà perché finalmente ha … Continua a leggere

L’AFRICA DEVE PRODURRE O PERIRA’

FONTE: COME DON CHISCIOTTE DI PHILIP EMEAGWALI Online Journal Immaginate che sia il 25 Maggio del 2063, il 100° anniversario dell’Africa Day, una giornata per riflettere sui successi e i fallimenti dell’Africa. Il titolo sul giornale annuncia: “L’ultimo giacimento petrolifero nel territorio americano dell’Africa Occidentale si è esaurito.” L’articolo continua: “L’ultimo pezzetto di foresta pluviale sarà presto terra desolata, segnata … Continua a leggere

Idee per un Municipalismo Libertario…

L’alternativa del municipalismo libertario   Le pagine che seguono cercano di sviluppare una alternativa innanzi tutto alla statualità, al nazionalismo ed alla nazionalizzazione in tutte le sue diverse incarnazioni; poi alla dissoluzione della comunità ed allo smarrimento del senso di cittadinanza; e contemporaneamente anche alle loro controparti fittiziamente radicali quali un anti-elettoralismo semplicistico, spesso frainteso come anti-parlamentarismo, e le teorie … Continua a leggere

FINKELSTEIN, IL PROMETEO MODERNO

FONTE: COME DON CHISCIOTTE FONTE: L’ORIZZONTE DEGLI EVENTI (BLOG) Chissà perchè ogni tanto i paesi democratici, per allentare la tensione e lo sforzo di sembrare appunto democratici, come in preda ad un impulso irrefrenabile, si comportano come se democratici non lo fossero assolutamente. Norman Finkelstein, professore americano di scienze politiche e autore di testi molto critici sulla politica di Israele … Continua a leggere

PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

FONTE: COME DON CHISCIOTTE Riceviamo e volentieri pubblichiano DI MARINO BADIALE E MASSIMO BONTEMPELLI 1. I conti tornano. Le elezioni politiche dell’aprile 2008 segnano un momento importante nella storia del nostro paese. Si tratta della fine della sinistra in Italia. Nel Parlamento italiano uscito da quelle elezioni non è presente nessun partito che si definisca, o possa essere definito, come … Continua a leggere

Goldman Sachs: aggiotaggio sul petrolio

FONTE: EFFEDIEFFE Maurizio Blondet    25 maggio 2008 Salva in PDF   Stampa   Manda per E-mail   Testo       Commenti Da settimane ormai i media ripetono la «previsione» emessa da Goldman Sachs: «Il barile arriverà a 200 dollari». E ciò, «inevitabilmente». Quel che non dicono i media è che Goldman Sach gestisce (e manipola) il GSCI, l’indice dei prezzi delle materie prime … Continua a leggere